Patients & family

Cambiare il modo di curare il cancro

Perché la qualità della tua vita durante e dopo il trattamento è importante

Ogni giorno in IBA, lavorariamo sodo con i tuoi partner clinici per estendere le potenzialità del trattamento contro il cancro. Ma sappiamo anche quanto sia difficile per i pazienti prendere le giuste decisioni riguardo al loro trattamento quando si trovano ad affrontare momenti così difficili.

Ecco perché ti forniamo le informazioni per capire meglio cos'è la terapia protonica. È quindi possibile valutare con il medico se questa è un'opzione appropriata per la tua condizione.

IBA non è un team di medici e non può dare consigli sulle specifiche condizioni cliniche. Tuttavia, IBA mette a disposizione questa pagina che offre alcune informazioni utili e dei link a delle istituzioni specializzate per la cura del cancro. Speriamo che queste informazioni si dimostrino utili e che possiate trovare tutta l'assistenza di cui potreste aver bisogno per selezionare il trattamento antitumorale. 

In che modo la protonterapia può essermi utile?

  • Riduce al minimo l'esposizione dei tessuti sani alle radiazioni
  • Ha un potenziale per ridurre il rischio di tumori secondari
  • Ha un potenziale per ridurre il rischio di effetti collaterali
  • Può migliorare la qualità della vita durante e dopo il trattamento
  • E` un'opzione di ritrattamento nel caso di malattie ricorrenti
  • E` indicata per quelle situazioni difficili in cui la radioterapia convenzionale può avere dei limiti

La protonterapia, è considerata la terapia di radiazioni più avanzata per molti tipi di cancro

La protonterapia è usata oggi per trattare molti tumori ed è particolarmente indicata in situazioni in cui le opzioni di trattamento sono limitate o presentano rischi inaccettabili per i pazienti.

Pediatrico

La protonterapia per tumori pediatrici

Poter trattare il cancro con un rischio ridotto di effetti collaterali è di fondamentale importanza, specialmente per i bambini. In generale, le cellule tumorali sono più sensibili alle radiazioni perché si moltiplicano rapidamente e i medici usano questa loro caratteristica per curare il cancro. Tuttavia,durante la crescita, tutte le cellule del corpo dei bambini sono a sviluppo rapido e sono dunque più sensibili alla tossicità della radioterapia. Poiché i protoni possono essere controllati con precisione, forniscono meno radiazioni ai tessuti sani e aiutano a prevenire gravi complicanzioni e gli effetti collaterali a breve e a lungo termine. Nel caso di tumori pediatrici localizzati, specialmente vicino a organi delicati come il cervello, il midollo spinale, gli occhi, il cuore, ecc., la protonterapia rappresenta quindi una possibilità concreta di trattamento.

Devi affrontare il cancro di tuo figlio? Scarica questa guida interessante per i genitori.  

Cervello

La protonterapia per il cancro al cervello

Nel trattamento del cancro al cervello, è spesso prescritta una cura che si basa su una combinazione di chirurgia, radioterapia e chemioterapia. Quando viene indicata la radioterapia, è cruciale utilizzare una tecnica che conforma precisamente la dose al tumore, per risparmiare il tessuto cerebrale sano circostante e altri tessuti critici come gli occhi e i nervi ottici. La protonterapia è quindi un'opzione migliore rispetto alla terapia a raggi X convenzionale, poiché fornisce una dose minore al tessuto sano, riducendo gli eventuali effetti negativi come le disfunzioni neurologiche e i tumori secondari.

Cranio e colonna vertebrale

La protonterapia per il cancro del cranio e della colonna vertebrale

I tumori di base del cranio, che comprendono il cordoma e il condrosarcoma, sono particolarmente difficili da trattare a causa della loro vicinanza a strutture critiche come il tronco encefalico, il cervello, il nervo vago e i nervi ottici. La protonterapia è particolarmente appropriata per questi tumori poiché è in grado di ridurre al minimo le radiazioni ai tessuti sani mentre rilascia precisamente una dose elevata al tumore, con una migliore efficacia e minori effetti collaterali. Allo stesso modo, quando si trattano i tumori vicino alla colonna vertebrale, la protonterapia riduce l'esposizione dei polmoni alle radiazioni, limitando le difficoltà respiratorie e altre complicazioni che comunemente risultano dalla terapia a raggi X convenzionale.

Testa e collo

La protonterapia per il cancro della testa e del collo

Ogni anno a oltre 65.000 americani viene diagnosticato un cancro alla testa e al collo. A causa della vicinanza di organi sensibili come il midollo spinale, gli occhi, i nervi ottici, il sistema dell'udito, le ghiandole salivari, la mandibola, ecc..., la protonterapia è particolarmente indicata per il trattamento di questi tumori, poiché i protoni che veicolano la radiazione possono essere controllati con maggiore precisione rispetto ai raggi X . Ciò significa che una quantita' piu' elevata di radiazione va a distruggere il tumore e meno radiazione colpisce i tessuti sani circostanti, con una conseguente riduzione del rischio di effetti collaterali quali la cecità, le lesioni ossee,il deterioramento dell'udito, la secchezza delle fauci e i tumori secondari.

Occhio

La protonterapia per il cancro all'occhio

Il cancro all'occhio è raro ma può essere difficile da trattare a causa della sua vicinanza a degli organi vitali e a dei tessuti vulnerabili. Poiché i protoni sono controllati più facilmente rispetto ai raggi X convenzionali, possono depositare delle dosi di radiazioni elevate sul sito del tumore senza causare danni inutili ai tessuti circostanti agli occhi e alla testa, riducendo il rischio di effetti collaterali. Il melanoma oculare è il tipo più comune di tumori agli occhi e la protonterapia consente di trattarlo e allo stesso tempo di preservare l'occhio e la visione del paziente limitando i danni alla cornea, al cristallino, alla retina, alla fovea o al nervo ottico. Allo stesso modo, è anche un trattamento consigliato per i tumori oculari vicino al nervo ottico o alla macula.

Polmone

La protonterapia per il cancro al polmone

Il cancro al polmone è la causa principale dei decessi per cancro in tutto il mondo. Poiché la chirurgia e la chemioterapia di solito non riescono a eliminare al 100% le cellule cancerose, la radiazione è una componente adiuvante fondamentale del trattamento. Rispetto ai raggi X convenzionali, le proprietà uniche dei protoni offrono un'elevata efficacia nell'uccidere le cellule tumorali riducendo al contempo le radiazioni al cuore, ai tessuti sani dei polmoni, all'esofago e al midollo osseo. La protonterapia consente quindi di ridurre gli effetti collaterali del trattamento, tra cui la polmonite, l'esofagite e l'affaticamento e, se necessario, permette di somministrare una chemioterapia più intensa.

Seno

La protonterapia per il cancro al seno

Circa una donna su otto svilupperà un cancro al seno durante la sua vita. Anche se per decenni la terapia a raggi X convenzionale ha contribuito a salvare la vita di molte donne, questo tipo di radiazioni potenzialmente espone il cuore, i polmoni e altri organi a dosi tossiche, con conseguente aumento del rischio di effetti collaterali come le malattie coronariche, le cicatrici polmonari e i tumori secondari. Con le sue caratteristiche uniche, la protonterapia consente di ridurre la radiazione in eccesso a tessuti e organi sani. Ciò è particolarmente importante nel carcinoma della mammella sinistro, che si trova più vicino al cuore, con un rischio più elevato di malattie cardiovascolari indotte da radiazioni.

Gastro-intestinale

La protonterapia per il cancro gastro-intestinale

Il trattamento dei tumori gastrointestinali richiede spesso una combinazione di radioterapia, chemioterapia e chirurgia, che può essere difficile per i pazienti da tollerare a causa della vicinanza di molti importanti organi addominali. In alcuni casi, la terapia a raggi X convenzionale non è nemmeno cosiderata un'opzione di trattamento a causa dell'alto rischio di danneggiare i tessuti sani circostanti. Per questi pazienti, la protonterapia può essere un'opzione di trattamento efficace, in quanto i protoni possono essere controllati con maggiore precisione per depositare più energia direttamente sul tumore riducendo significativamente le radiazioni sui tessuti sani, con un minor numero di effetti collaterali.

Prostata

La protonterapia per il cancro alla prostata

Il cancro alla prostata è il tumore più frequente dell'uomo in tutto il mondo, ma il trattamento tradizionale che coinvolge la chirurgia o le radiazioni ha un rischio di tossicità grave. A causa della vicinanza di strutture critiche come nervi importanti, il retto e la vescica, l'esposizione alle radiazioni dalla terapia a raggi X convenzionale può causare una disfunzione erettile, l'incontinenza urinaria, dei danni rettali e dei tumori secondari. La protonterapia, d'altra parte, può ridurre il rischio di danni agli organi circostanti causati dall'eccesso di radiazioni: poiché i protoni sono mirati precisamente al tumore, offrono un eccellente controllo del tumore, un minor rischio di danneggiare i tessuti sani circostanti e una migliore qualità della vita.

Ginecologico

Proton therapy for gynecological cancersLa protonterapia per il cancro ginecologico

Il cancro ginecologico come il cancro del collo dell'utero, endometriale, uterino, vaginale e vulvare può essere trattato con la protonterapia. La protonterapia infatti, poiché consente di erogare al tumore dosi più elevate di radiazioni senza danneggiare i tessuti e gli organi sani circostanti, ha il potenziale di causare meno effetti collaterali a breve e a lungo termine, specialmente all'intestino tenue, all' intestino crasso, alla vescica, ai reni e al midollo osseo pelvico, e puo' ridurre l'impatto sulla funzione urinaria e intestinale rispetto alla terapia a raggi X convenzionale. I protoni possono anche aiutare a preservare la funzione ormonale nelle donne più giovani conservando le ovaie.

Re-irradiazione

La protonterapia per la re-irradiazione

Quando una parte del corpo viene irradiata una seconda volta, aumenta il rischio di effetti collaterali a breve e a lungo termine associati alla tossicità delle radiazioni. Contrariamente alla terapia a raggi X convenzionale, i protoni hanno la capacità di depositare una dose maggiore di radiazioni direttamente all'interno del tumore e di risparmiare il tessuto sano circostante, il che significa che possono essere utilizzati per la re-irradiazione di quasi tutti i siti. Poiché i pazienti con una recidiva hanno precedentemente ricevuto radiazioni dal trattamento precedente, sono dei candidati potenziali per la protonterapia, che limita l'esposizione dei tessuti sani e potenzialmente porta a risultati migliori.

Altri

La protonterapia per altri tumori

La protonterapia rappresenta un trattamento ottimale in molte altre tipi di cancro, come il cancro osseo, il cancro della pelle, il cancro del pancreas, il cancro del fegato, i linfomi, ecc. In effetti, qualsiasi paziente con un tumore situato vicino a dei tessuti o degli organi sensibili può trarre beneficio da questo tipo di trattamento, poiché i protoni hanno la capacità di indirizzare con precisione la dose delle radiazioni al tumore e di risparmiare il tessuto sano circostante . Ad esempio, il linfoma può trovarsi in varie parti del corpo vicino a organi importanti come i polmoni, il cuore, l'esofago, il seno e il midollo spinale. Per questi pazienti, si prevede che la protonterapia riduca il rischio di cancro indotto dalle radiazioni al seno , ai polmoni, allo stomaco e il rischio di problemi cardiaci.

Trova facilmente il centro di protonterapia più vicino di IBA

Ci sono più di 20 centri di protonterapia IBA attivi in ​​tutto il mondo.

Usa la mappa qui sotto per saperne di più su quei centri e le loro specificità di trattamento.

Clicca sui punti per trovare ready il centro IBA di protonterapia più vicino
Clicca su una regione per scoprire tutti i suoi centri IBA di protonterapia installati

Il tuo percorso per il recupero inizia ora: cosa dovresti fare dopo?

Vorresti capire meglio se la protonterapia è indicata per la tua condizione? Quindi scopri di più sui prossimi passi da fare per iniziare un trattamento di protonterapia adeguato.
Parla con il tuo oncologo
Contatta un centro di protonterapia
Ottieni maggiori informazioni
Parla con il tuo oncologo

La prima cosa da fare è parlare della protonterapia con il medico curante : l'oncologia copre un così ampio spettro di specialità e trattamenti che i medici non possono avere una conoscenza approfondita di ciascuna specialità. Abbiamo compilato alcune pubblicazioni scientifiche interessanti che potrebbero essere utili al tuo oncologo per avere una visione migliore dei vantaggi clinici della protonterapia.È possibile scaricare il file sul nostro sito Web. Diverse pubblicazioni sono disponibili per diverse indicazioni e possono rappresentare un aiuto valido.


Generalmente, la protonterapia è altamente benefica per le seguenti indicazioni:

Potresti anche trovare utile condividere le seguenti fonti di informazioni con il tuo medico:

Si noti inoltre che l'assistenza sanitaria è regolata da un quadro legale locale che influenza la prescrizione delle modalità di trattamento o il rimborso da parte delle assicurazioni sanitarie. I pazienti all'interno dei paesi dell'UE possono usufruire della forma S2 e del trattamento transfrontaliero.

Contatta il centro di protonterapia più vicino

Il prossimo passo consigliato è quello di contattare direttamente uno dei centri che offre la protonterapia, che saranno in grado di informarti e valutare se la protonterapia è appropriata alla tua situazione. Avrai bisogno di fornire loro il tuo dossier medico per analizzare la tua patologia. Idealmente, dovresti avere la cartella clinica con i rapoprti piu' recenti pronta in versione elettronica quando li contatti.

In particolare avrai bisongo di:

  • Il tuo ultimo rapporto medico
  • Le scansioni CT o MRI

Trova tutti i centri di trattamento IBA: seleziona la tua indicazione o la tua posizione geografica

Questa mappa copre solo i centri di protonterapia operanti in collaborazione con la IBA e attualmente in funzione. Esistono altri centri di protonterapia e altri sono in costruzione. Si prevede che saranno pienamente operativi nel prossimo futuro.

Per un elenco completo dei centri di protonterapia, visita il sito Web Proton Therapy Today

O

The Particle Therapy Co-Operative Group. 

Ottieni informazioni più complete sulla protonterapia

Testimonianze

Molti pazienti apprezzano conoscere le esperienze di pazienti gia' trattati con condizioni simili. La maggior parte dei centri di protonterapia elencati in questo documento pubblicano le testimonianze dei pazienti attraverso il loro sito web. Inoltre, troverai di seguito un elenco di associazioni che possono fornirti ulteriori informazioni o facilitare l'accesso alla protonterapia.

Associazioni

In calce è riportato un breve elenco di associazioni che possono fornire ulteriori informazioni o facilitare l'accesso alla protonterapia.